CODICE ETICO FIAPR

FIAPR – FEDERAZIONE ITALIANA AEROMOBILI A PILOTAGGIO REMOTO
CODICE ETICO


Premessa
Con il presente Codice Etico la “Federazione Italiana Aeromobili a Pilotaggio Remoto” (di seguito indicata con FIAPR) intende illustrare i suoi valori, nonché i diritti, i doveri e le sue responsabilità rispetto a tutti i soggetti terzi con cui entrerà in relazione per il raggiungimento del proprio scopo sociale.
FIAPR vuole, inoltre, regolamentare eticamente i comportamenti dei suoi associati e dipendenti, nonché i rapporti instaurati ed instaurandi fra la Federazione e i propri interlocutori.
Il Codice si inserisce nel quadro delle previsioni del Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 recante la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell'articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300”, dettando i principi generali di gestione, vigilanza e controllo cui i modelli di organizzazione devono ispirarsi. Il presente Codice disciplina, inoltre, casi e comportamenti specifici per la Federazione, principalmente ai fini della prevenzione dei reati di cui al suddetto decreto e alle sue successive modificazioni e integrazioni. Obiettivo
Lo scopo del presente Codice è raccomandare, incentivare e promuovere i valori etici della Federazione che dovranno costituire l’elemento base della cultura associativa cui tutti i Soci e collaboratori dovranno scrupolosamente attenersi nella conduzione delle attività e delle iniziative promosse dalla Federazione.
Il Codice contiene, altresì, i principi etici rilevanti ai fini della prevenzione dei reati ed il rispetto delle prescrizioni di cui al Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 recante la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell'articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300”. Il presente testo è considerato strumento fondamentale per le relazioni con i soggetti terzi con cui la Federazione intratterrà rapporti e sarà applicato da quest’ultima nello svolgimento di tutte le sue attività.


Mission
FIAPR è un’Associazione senza scopo di lucro che si propone di promuovere il settore degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto, coinvolgendo tutti gli attori interessati nella filiera.
Per realizzare questo obiettivo FIAPR si impegna a dialogare con i soggetti decisionali deputati alla regolazione del settore in cui essa opera. Può inoltre svolgere attività di studio e ricerca, corsi di formazione e aggiornamento professionale a livello nazionale, europeo e internazionale per l’apprendimento formale e informale, rivolti sia ai propri associati sia a chiunque voglia perfezionare le proprie competenze in ambito APR, nonché quant’altro necessario al raggiungimento del suo scopo sociale.
Principi generali e ambito di applicazione
L’attività della Federazione è libera e fondata sull’autonomia, sulle competenze e sull’indipendenza di giudizio, intellettuale e tecnica dei suoi associati.
Il Codice Etico, insieme allo Statuto, costituiscono elementi di accettazione obbligatoria per l’adesione e l’iscrizione alla Federazione.


Il Codice contiene l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità della Federazione nei confronti dei suoi associati e di tutti coloro che, direttamente o indirettamente, in via provvisoria o continuativa, instaurano rapporti con la stessa.
Sono tenuti ad osservare i principi stabiliti dal Codice Etico o di condotta:
1. i rappresentanti degli organi sociali e tutta la struttura dirigenziale che, oltre a uniformare le loro azioni al rispetto dei principi del Codice, devono condividerne i contenuti con i dipendenti e i soggetti terzi operanti per conto della Federazione e diffonderne la conoscenza, diventando - con il proprio comportamento - esempio per il personale;
2. gli associati e i dipendenti i quali devono agire rispettando le prescrizioni del Codice e segnalare al Collegio dei Probiviri eventuali violazioni;
3. i fornitori di beni e servizi, i quali devono essere informati delle regole di condotta previste dal Codice e adattare i propri comportamenti per tutta la durata del contratto con la Federazione.
Valori e principi etici generali e di riferimento
FIAPR si impegna a fare in modo che la propria attività sia regolarmente basata sul rispetto e sull’osservanza dei valori di riferimento, che dovranno diventare elementi caratterizzanti l’operato della Federazione nei confronti dei suoi interlocutori.


La Federazione impegna altresì:
 ad assicurare la tempestiva divulgazione del presente Codice, sia rendendolo disponibile alla conoscenza e alla consultazione di tutti, sia inserendolo nei programmi di formazione;
 ad assicurarne la periodica revisione e aggiornamento al fine di adeguarlo all’evoluzione della sensibilità civile e delle normative vigenti;
 a predisporre appropriati strumenti di supporto per fornire chiarimenti relativi all’interpretazione e all’attuazione delle disposizioni del Codice Etico;
 ad adottare un sistema di sanzioni appropriato per colpire eventuali violazioni.
Tra i principi di ordine generale assumono particolare rilevanza quelli di:
Legalità
Tutte le attività degli Associati, degli organi direttivi e del personale dipendente o legato da accordi di collaborazione devono essere svolte, nell'osservanza della legge, sulla base dei principi di onestà, correttezza, trasparenza, efficienza, leale concorrenza e responsabilità, e nel rispetto dei diritti umani.

 

Correttezza e Integrità
I Soci, i dipendenti e i collaboratori e coloro che si troveranno ad avere rapporti con la Federazione dovranno adattare le proprie azioni ai principi di correttezza, buona fede, collaborazione e di rispetto dei principi di lealtà e di apertura al mercato, al fine di evitare eventuali situazioni di conflitto di interessi in cui l’azione individuale possa essere guidata da un interesse personale e la condotta non improntata ai principi etici di riferimento.
FIAPR riconosce importanza al rispetto dell’integrità fisica e morale: azioni o minacce finalizzate all’ottenimento di comportamenti contrari alla legge o al Codice Etico non sono mai, in nessun modo, giustificate e giustificabili.
Gli Associati perseguono il proprio successo d'impresa sui mercati attraverso l'offerta di prodotti e servizi di qualità a condizioni competitive e nel rispetto dei diritti e interessi legittimi di clienti, dipendenti, azionisti, partner commerciali e finanziari e delle collettività in cui gli Associati sono presenti.
Pratiche di corruzione, favori illegittimi, comportamenti collusivi, sollecitazioni, dirette e/o attraverso terzi, di vantaggi personali e di carriera per sé o per altri, sono proibite.
Non è consentito corrispondere né offrire, direttamente o indirettamente, pagamenti e benefici materiali a terzi, pubblici ufficiali o privati, per influenzare o compensare un atto del loro ufficio.
Nei rapporti di appalto, di approvvigionamento e, in genere, di fornitura di beni e/o servizi, gli Associati sono impegnati a osservare le normative vigenti per la selezione e la gestione dei rapporti tra committente e fornitori, a osservare le condizioni contrattualmente previste, e a mantenere un dialogo franco e aperto, in linea con le buone consuetudini commerciali.
Gli Associati e FIAPR sono impegnati a promuovere e contribuire allo sviluppo, a tutti i livelli della propria attività, di una cultura caratterizzata dalla consapevolezza e dall'orientamento alla responsabilità sociale dell'impresa.

 

Trasparenza
Il principio della trasparenza si fonda sulla veridicità e sull’accuratezza delle informazioni riguardanti l’attività sociale, ed in particolare, quelle attinenti la gestione e l’utilizzo delle risorse finanziarie, sia verso l’interno che verso l’esterno.
Riservatezza
Gli associati, i dipendenti e i collaboratori nell’espletamento delle attività legate alla loro professione sono tenuti al rispetto del principio generale della riservatezza. E’ escluso da tale obbligo lo scambio di informazioni che possano essere utili all’attività di FIAPR - nell’ottica del perseguimento degli scopi sociali - ed allo sviluppo complessivo del settore dei SAPR.


Efficienza e professionalità
FIAPR si impegna a perseguire, in ogni singola attività, la massima efficienza e l’economicità della gestione, assicurando un elevato grado di professionalità. Per soddisfare questa esigenza, verranno create iniziative di formazione e aggiornamento rivolte agli associati e al più vasto pubblico, anche in collaborazione con altre Istituzioni pubbliche e/o con soggetti privati.


Concorrenza
FIAPR impronta la sua azione al rispetto del principio della concorrenza, purché ispirata alla correttezza e alla trasparenza tra concorrenti. Non accetta comportamenti derivanti dall’abuso di una posizione dominante. Nei rapporti con i committenti la Federazione si impegna a non porre in essere pratiche commerciali scorrette di cui al Titolo III della parte II del Codice del Consumo (D. Lgs 6 settembre 2005, n. 206).
Indipendenza
Nel raggiungere i propri obiettivi, FIAPR non tollera vincoli e condizionamenti esterni di nessun genere, soprattutto per quanto riguarda l’individuazione dei propri obiettivi associativi, l’elaborazione delle sue attività e il rapporto con le Istituzioni pubbliche e i soggetti privati.


Valore delle risorse umane
Le risorse umane rappresentano un valore essenziale e imprescindibile per lo sviluppo della Federazione. Il principale fattore di successo di ogni attività è costituito dal contributo professionale delle persone che vi operano, in un quadro di lealtà, correttezza e fiducia reciproca.
Per tale motivo, FIAPR persegue l’obiettivo di tutelare la crescita e lo sviluppo professionale, anche allo scopo di accrescere le competenze personali degli associati, dei propri collaboratori e degli utenti che fruiscono delle prestazioni dei soci FIAPR. La Federazione tutela la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, e ritiene fondamentale nell’espletamento dell’attività economica - ove esercitata - il rispetto dei diritti dei lavoratori. Rifiuta inoltre qualsiasi forma di discriminazione nei confronti dei propri collaboratori, offrendo loro un sistema garante del principio delle pari opportunità.


Spirito di servizio e tutela del nome
Ciascun destinatario del presente Codice Etico dovrà sempre, costantemente, orientare ogni propria azione alla totale condivisione, nonché alla promozione delle finalità di FIAPR.
I soci, i dipendenti e i collaboratori non devono commettere azioni che possano compromettere i valori, l’immagine e il buon nome della Federazione e dei suoi scopi.
Relazioni con i soci
Ai soci FIAPR saranno date tutte le informazioni prescritte da norme di legge e dai regolamenti vigenti in modo chiaro, trasparente e veritiero, e sarà garantita loro la possibilità di partecipare consapevolmente alla vita associativa, anche grazie ad un’attività pubblicitaria adeguata su quanto finalizzato alla realizzazione degli scopi associativi.
Trasparenza nella gestione della contabilità
La veridicità, la trasparenza, la chiarezza e la correttezza nella tenuta e nella gestione della contabilità sono principi imprescindibili.
Nei propri comportamenti i Soci, i dipendenti e i collaboratori FIAPR sono obbligati ad astenersi da qualsiasi atto, attivo o omissivo, che violi direttamente o indirettamente le procedure interne legate ai documenti contabili e alla loro rappresentazione all’esterno. Questi ultimi devono essere conservati adeguatamente, al fine di garantirne la genuinità e la veridicità.


Risorse Finanziarie
La Federazione si impegna a perseguire quanto più possibile un efficace ed efficiente utilizzo delle risorse finanziarie a propria disposizione, impiegandole secondo il criterio della buona gestione per i fini sociali indicati dallo Statuto.
La destinazione dei fondi deve essere chiaramente esplicitata e legata alla prosecuzione dell’attività associativa o alla realizzazione di specifici progetti (i risultati dell’attività posta in essere devono comunque essere resi noti tramite idonea pubblicità).
FIAPR può ricevere fondi finalizzati al sostegno delle sue attività e sostenersi finanziariamente anche ricorrendo a forme di contribuzione diverse dalle quote associative.
FIAPR garantisce che le risorse finanziarie siano reperite in maniera etica, professionale e trasparente, secondo l’interesse esclusivo della stessa e mai a vantaggio personale di qualcuno, esterno o interno alla Federazione.
Dati incidenti
Gli aderenti, i dirigenti, i dipendenti e gli operatori di FIAPR, quando operatori di SAPR, si impegnano a contribuire alla raccolta dei dati anonimi sugli incidenti a loro occorsi utilizzando i SAPR stessi, consapevoli del grande contributo che tali informazioni possono offrire per il miglioramento delle tecnologie utilizzate e dei percorsi di formazione.

 

Sanzioni
L'osservanza delle norme del Codice deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni degli Associati. La violazione delle norme del Codice potrà costituire inadempimento alle obbligazioni primarie del rapporto associativo, con ogni conseguenza di legge, anche in ordine alla conservazione del rapporto associativo.
FIAPR -. CIODICE ETICO (Rev 1.2) Pag. 5 a 5
Facendo riferimento a quanto sopra previsto, FIAPR ritiene che una forma di controllo funzionale al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia gestionale sia un elemento fondamentale della propria cultura organizzativa. Per questo motivo i Soci FIAPR, i dipendenti e i suoi collaboratori dovranno essere sensibilizzati al rispetto delle norme regolanti la vita associativa (Statuto, Codice etico, norme vigenti, regolamenti interni) e sarà compito del Collegio dei probiviri vigilare affinché queste vengano rispettate e attuate scrupolosamente.
L’osservanza delle norme del Codice Etico è parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei dipendenti FIAPR (art. 2104 e 2106 Codice Civile). La violazione delle regole del presente testo rappresenta, pertanto, un inadempimento delle obbligazioni contrattuali del rapporto di lavoro e può comportare l’applicazione di sanzioni disciplinari secondo quanto previsto dalle leggi vigenti e dal CCNL. Il rispetto del Codice è richiesto anche ai componenti degli organi sociali.
L’art. 6, comma 2, lett. e) e l’art. 7, comma 4, lett. b) del D. Lgs 231/01 indicano l’introduzione di un sistema disciplinare “idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel modello” quale condizione per un’efficace attuazione del modello di organizzazione, gestione e controllo.
Le sanzioni saranno applicate ad ogni violazione delle disposizioni contenute nel modello a prescindere dalla commissione di un reato, dall’applicazione di una sanzione amministrativa o dallo svolgimento e/o dall’esito del procedimento penale eventualmente avviato dall’autorità giudiziaria.
I comportamenti tenuti dai lavoratori dipendenti, in violazione delle regole contenute nel Codice Etico, sono da intendersi illeciti disciplinari e le sanzioni saranno modulate in base alla gravità della violazione stessa, nel rispetto dei principi dettati dallo Statuto dei Lavoratori.
In caso di violazione del Codice Etico da parte degli Amministratori FIAPR e dei suoi Soci, il Consiglio Direttivo assumerà le iniziative previste dalla vigente normativa e dallo Statuto.
Nel caso di rinvio a giudizio si procederà anche alla revoca del mandato.
In caso di violazione del Codice Etico da parte dei collaboratori esterni o interni, potrà essere sospeso il rapporto contrattuale e potranno essere applicate eventuali penali, tra cui la sospensione dell’attività fino a giungere alla risoluzione del contratto.


Collegio dei Probiviri
FIAPR prevede tra gli Organi Sociali i Probiviri.
Con riferimento al Codice ed in relazione all’art. 24 dello Statuto Sociale, il Collegio dei Probiviri ha il compito di:
a) esaminare le notizie di possibili violazioni del Codice, promuovendo le verifiche più opportune;
b) informare i vertici associativi dei risultati delle verifiche rilevanti, proponendo l'assunzione delle misure opportune;
c) proporre ai vertici associativi le iniziative utili per la maggiore diffusione e l'aggiornamento del Codice.
Nello svolgimento dei suoi compiti il Collegio dei Probiviri si avvale delle strutture di FIAPR.
Adozione e aggiornamento


L’adozione del presente Codice è deliberata dal Consiglio Direttivo ed eventuali modifiche e/o integrazioni dello stesso possono essere proposte anche dall’Assemblea dei Soci, e diventeranno effettive con l’approvazione del Consiglio Direttivo.
 

.